21 maggio 2012 - E' stata inaugurata sabato 19 maggio la nuova mostra multimediale, risultato di tutte le iniziative della settima edizione del Progetto Giovani Cento Itinerari più Uno.

La giornata inaugurale, preceduta venerdì dalla conferenza stampa, si è aperta con la presentazione del volume "Il Casentino, territorio, storia e viaggi" realizzato nell'ambito della collana "Le guide del territorio" di Cento Itinerari più Uno a cura dei professori Rombai e Stopani.

Presenti al taglio del nastro il sindaco di Poppi Graziano Agostini, il Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai, l'assessore alla Cultura e Istruzione Rita Mezzetti Panozzi e Giampiero Maracchi, vicepresidente dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Studenti e docenti coinvolti nel progetto hanno preso parte alla cerimonia testimoniando ancora una volta l'impegno assunto durante l'anno scolastico dai giovani dei comuni coinvolti (Bibbiena, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Ortignano Raggiolo, Pratovecchio, Poppi, Stia, Subbiano e Talla).

 

 

Poppi (Arezzo) – Fiction, documentari, fotografie, memorie. Un prezioso caleidoscopio di immagini con cui 1000 studenti dei vari gradi scolastici raccontano i segreti del loro Casentino. Ecco il contenuto della spettacolare esposizione multimediale allestita a Poppi nel medievale castello dei Conti Guidi (20 maggio – 4 novembre 2012), nel contesto della settima edizione del progetto per i giovani 100 Itinerari + 1.

La mostra è stata presentata oggi in un tripudio di scolaresche, insegnanti, genitori e amministratori locali dal sindaco di Poppi Graziano Agostini, dal Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai con l’assessore alla Cultura e Istruzione Rita Mezzetti Panozzi, e da Giampiero Maracchi, vicepresidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

All’istituzione fiorentina si devono, come noto, ideazione e organizzazione del progetto, cui collaborano la Regione Toscana, rappresentata dal dirigente delle Politiche Sociali Giovanni Pasqualetti, i 13 comuni delll’area (Bibbiena, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Ortignano Raggiolo, Pratovecchio, Poppi, Stia, Subbiano, Talla) e l’Unione dei Comuni del Casentino. Enti patrocinanti il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Dipartimento della Gioventù e il Ministero dell’Università e della Ricerca

A questa edizione di 100 Itinerari + 1 hanno partecipato complessivamente 41 scuole: 24 elementari, 9 medie inferiori e 8 tra licei e istituti tecnici di vario tipo. In totale, appunto, oltre 1000 ragazzi che nel corso dell’anno hanno lavorato su temi diversi: i più grandi realizzando una serie di fiction, gli altri ricerche fotografiche, disegni, interviste, assistiti dagli insegnanti e da un’equipe di professionisti: l’Associazione Sconfinando in Toscana, il regista David Becheri, la sceneggiatrice Ilaria Mavilla ed Emanuele Tassi, il Centro documentazione Risorse Educative Didattiche del Casentino e la Cooperativa Oros.

La mostra è stata allestita da Art Media Studio e corre su un doppio binario: una sezione dedicata agli studenti e una sezione documentaristica curata da specialisti del territorio, che presentano il Casentino nei suoi vari aspetti geografico-storico-paesaggistici. Sono brevi filmati, uno dei quali aereo, realizzati con la regia di Gianmarco D’Agostino e la consulenza scientifica del professor Leonardo Rombai (Università di Firenze), autore con Renato Stopani di una nuova guida del Casentino pubblicata da Polistampa nella collana 100 itinerari + 1.

Nella sezione riservata agli studenti, tra fotografie, disegni e ricerche spicca una serie di sei cortometraggi di vario soggetto (storia, costume, economia, sentimenti, immigrazione), tra i quali un incontro tra uno studente dei nostri tempi e un immaginario Dante Alighieri in fuga dopo la battaglia di Campaldino, e una vicenda ispirata alla vita di Wolfgang Fasser, psicoterapeuta cieco ormai celebre anche per la sua attività di guida notturna nei boschi del Casentino.

In chiusura una sezione storica dedicata alle precedenti sei edizioni di 100 itinerari + 1: Empolese Valdelsa, Chianti, Valdarno, Mugello e Val di Sieve, Piana e colline di Firenze, Val di Chiana, ossia la prima edizione realizzata in provincia di Arezzo.

 

Comunicato stampa 18 maggio 2012 - Ufficio stampa 100 itinerari +1 Catola&Partners www.catola.com

La giornata inaugurale, preceduta venerdì dalla conferenza stampa, si è aperta con la presentazione del volume "Il Casentino, territorio, storia e viaggi" realizzato nell'ambito della collana "Le guide del territorio" di Cento Itinerari più Uno a cura dei professori Rombai e Stopani. Presenti al taglio del nastro il sindaco di Poppi Graziano Agostini, il Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai, l'assessore alla Cultura e Istruzione Rita Mezzetti Panozzi e Giampiero Maracchi, vicepresidente dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Studenti e docenti coinvolti nel progetto hanno preso parte alla cerimonia testimoniando ancora una volta l'impegno assunto durante l'anno scolastico dai giovani dei comuni coinvolti (Bibbiena, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Ortignano Raggiolo, Pratovecchio, Poppi, Stia, Subbiano e Talla).

 

Poppi (Arezzo) – Fiction, documentari, fotografie, memorie. Un prezioso caleidoscopio di immagini con cui 1000 studenti dei vari gradi scolastici raccontano i segreti del loro Casentino. Ecco il contenuto della spettacolare esposizione multimediale allestita a Poppi nel medievale castello dei Conti Guidi (20 maggio – 4 novembre 2012), nel contesto della settima edizione del progetto per i giovani 100 Itinerari + 1.

La mostra è stata presentata oggi in un tripudio di scolaresche, insegnanti, genitori e amministratori locali dal sindaco di Poppi Graziano Agostini, dal Presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai con l’assessore alla Cultura e Istruzione Rita Mezzetti Panozzi, e da Giampiero Maracchi, vicepresidente dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

All’istituzione fiorentina si devono, come noto, ideazione e organizzazione del progetto, cui collaborano la Regione Toscana, rappresentata dal dirigente delle Politiche Sociali Giovanni Pasqualetti, i 13 comuni delll’area (Bibbiena, Capolona, Castel Focognano, Castel San Niccolò, Chitignano, Chiusi della Verna, Montemignaio, Ortignano Raggiolo, Pratovecchio, Poppi, Stia, Subbiano, Talla) e l’Unione dei Comuni del Casentino. Enti patrocinanti il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Dipartimento della Gioventù e il Ministero dell’Università e della Ricerca

A questa edizione di 100 Itinerari + 1 hanno partecipato complessivamente 41 scuole: 24 elementari, 9 medie inferiori e 8 tra licei e istituti tecnici di vario tipo. In totale, appunto, oltre 1000 ragazzi che nel corso dell’anno hanno lavorato su temi diversi: i più grandi realizzando una serie di fiction, gli altri ricerche fotografiche, disegni, interviste, assistiti dagli insegnanti e da un’equipe di professionisti: l’Associazione Sconfinando in Toscana, il regista David Becheri, la sceneggiatrice Ilaria Mavilla ed Emanuele Tassi, il Centro documentazione Risorse Educative Didattiche del Casentino e la Cooperativa Oros.

La mostra è stata allestita da Art Media Studio e corre su un doppio binario: una sezione dedicata agli studenti e una sezione documentaristica curata da specialisti del territorio, che presentano il Casentino nei suoi vari aspetti geografico-storico-paesaggistici. Sono brevi filmati, uno dei quali aereo, realizzati con la regia di Gianmarco D’Agostino e la consulenza scientifica del professor Leonardo Rombai (Università di Firenze), autore con Renato Stopani di una nuova guida del Casentino pubblicata da Polistampa nella collana 100 itinerari + 1.

Nella sezione riservata agli studenti, tra fotografie, disegni e ricerche spicca una serie di sei cortometraggi di vario soggetto (storia, costume, economia, sentimenti, immigrazione), tra i quali un incontro tra uno studente dei nostri tempi e un immaginario Dante Alighieri in fuga dopo la battaglia di Campaldino, e una vicenda ispirata alla vita di Wolfgang Fasser, psicoterapeuta cieco ormai celebre anche per la sua attività di guida notturna nei boschi del Casentino.

In chiusura una sezione storica dedicata alle precedenti sei edizioni di 100 itinerari + 1: Empolese Valdelsa, Chianti, Valdarno, Mugello e Val di Sieve, Piana e colline di Firenze, Val di Chiana, ossia la prima edizione realizzata in provincia di Arezzo.

 

(Comunicato stampa 18 maggio 2012 - Ufficio stampa 100 itinerari +1 Catola&Partners www.catola.com)

Holidays in Porciano

case vacanze borgo di porciano
Enjoy a unique holiday in a traditional tuscan cottage on the castle grounds

booking

Presentation

presentazione castello di porciano

This site uses "cookies" to facilitate user navigation. By using the website you agree. Learn more

I understand

Navigation data - log files

The computer systems and applications dedicated to the operation of this web site collects, during their normal operation, some data (whose transmission is implicit in the communication protocols of the Internet) is not associated with users directly identifiable. Among the data collected includes IP addresses and domain names of computers used by users who connect to the site, URI (Uniform Resource Identifier) ??of requested resources, time of request, the method used to submit the request to the server, the size of the file obtained in reply, the numerical code indicating the status of the reply given by the server (successful, error, etc..) and other parameters regarding the operating system and the computer environment used by User. These data are processed for the time strictly necessary for the sole purpose of obtaining anonymous statistical information on the site and to check its proper functioning.

Data voluntarily supplied

The voluntary and explicit e-mails to the addresses indicated in the different channels of access to this site and the compilation of the "form" (electronic forms) designed specifically involve the subsequent acquisition of the sender and data / user needed to respond to requests made and / or provide the requested service. Specific summary information will be reported or displayed on web pages dedicated to particular services on request.

Cookies

Are not used in any way computer techniques for the direct acquisition of personal identification data. The so-called Session cookies, once the connection to the website is not preserved.
Our computer systems do not use:
- Cookies to transmit information of a personal nature
- Persistent cookies of any kind